L’isolamento termico interno

Quando i muri sono fonti di benessere
Ci sono parecchi buoni motivi per ristrutturare degli ambienti interni e migliorare la struttura delle pareti. Sovente sono le macchie di muffa a spingere i proprietari a intervenire, qualche volta la voglia di rendere i locali più accoglienti, o non di rado il desiderio di ridurre le spese di riscaldamento. Gli interventi possibili sono molti, ma l’obiettivo è sostanzialmente sempre lo stesso:
migliorare il clima abitativo interno e renderlo più sano, che è anche il modo migliore per prevenire la muffa.

I sistemi d’isolamento interno e il vapore acqueo

Per quanto semplice possa sembrare (e alla fine anche risulti essere), prima di eseguire un isolamento interno vanno considerati alcuni aspetti importanti, per esempio se il sistema adottato deve essere con barriera al vapore o traspirante. Le pitture con barriera al vapore cercano di impedire che l’umidità dell’aria negli interni penetri nella parete, diffondendosi poi al suo interno e condensandosi in acqua. Le pitture traspiranti, invece, sono volutamente permeabili al vapore, e assorbono efficacemente l’acqua di condensa che si forma nei suoi vari strati. Un vantaggio di questa seconda soluzione è che non occorre realizzare interfacce a tenuta d’aria, e che la pittura consente alla parete sottostante di asciugarsi anche verso l’interno. Utilizzando un apposito programma di simulazione, quindi, di volta in volta sarebbe opportuno calcolare la quantità di vapore che si forma nell’arco dell’anno, e quella che riesce ad asciugarsi. Le pitture pensate per favorire la diffusione dell’umidità (traspiranti), possono anche assorbire e distribuire meglio la condensa formata dal vapore acqueo interno, prevenendo così la formazione di muffa. Le pitture KEIM per il clima interno sono prodotti traspiranti appositamente pensati per isolare termicamente gli interni o per prevenire la muffa, e il loro vantaggio è duplice: sono semplici da applicare e affidabili nella loro efficacia.

Se i muri esterni sono freddi, il clima interno peggiora

Se sul lato esterno un muro è isolato male, sul lato interno non riesce a raggiungere la temperatura dell’aria che circola nei locali, ma rimane freddo, e ciò compromette il cosiddetto “confort termico”. In pratica, si ha la sensazione di correnti d’aria fredda, che in realtà derivano da un movimento convettivo permanente causato dal divario di temperatura fra l’aria e la parete. Già questo fattore incide negativamente sulla qualità abitativa interna, ma poi si aggiunge un secondo fenomeno: le pareti “irradiano freddo”, vale a dire che si riduce l’irradiazione di calore della parete, pregiudicando molto il confort termico che invece dipende proprio dall’irradiazione termica nell’ambiente in cui ci troviamo. Ma a tutto questo c’è rimedio: già con uno strato isolante sottile applicato a posteriori sul lato interno dei muri, si può ottenere molto in fatto di qualità abitativa, e benché in realtà quell’isolamento innalzi la temperatura della parete di soli 2 o 3 gradi Kelvin, l’effetto è già molto rilevante poiché l’irradiazione termica equivale alla quarta potenza della temperatura del corpo radiante. In questo caso, quindi, vale il principio che anche piccoli interventi possono produrre grandi miglioramenti.

SE LA MUFFA NON È ECCESSIVA, IL PROCEDIMENTO È SEMPLICE:
  1. Per prima cosa, applicare uno strato di KEIM Mycal-Fix sulla superficie dove si è formata la muffa per fissare le spore alla parete. Le spore libere di muoversi nell’aria, infatti, sono il fattore di rischio più grave e possono vanificare l’intervento.
  2. Poi occorre ripulire a fondo la superficie con KEIM Mycal-Ex.
  3. A questo punto, se necessario o se si vuole, si può applicare alla parete uno strato di 4-6 mm di intonaco protettivo Mycal-Por. Questo strato fa sì che la condensa superficiale, anche nei punti più critici, sia assorbita attraverso la pittura e distribuita nei pori dell’intonaco. A quel punto, l’umidità può asciugare verso l’interno, sottraendo alle muffe un terreno di cultura umido su cui riprodursi.
  4. Se ci sono delle parti di intonaco instabili, sfoglianti o completamente intrise di muffa, vanno asportate precedentemente rispettando le precauzioni di sicurezza, e ripristinate prima di stendere la pittura.
  5. Infine, su tutta la superficie si applicano due mani di Mycal-Top.
La muffa sulle pareti interne
Macchie di muffa circoscritte

Col passare degli anni, in un’abitazione possono formarsi piccole macchie di muffa, di solito circoscritte a una superficie non più grande di un giornale aperto (0,4 m²). Non sempre si riesce a individuarne la causa precisa, ma il rischio che ne deriva per la salute è relativamente basso. In questo caso, non è indispensabile ripristinare in toto le superfici o le strutture interessate, ma è sufficiente un trattamento mirato, ossia dapprima ripulire a fondo la superficie con un antimuffa adeguato, e poi applicare una pittura speciale che protegga la parete da nuove formazioni di muffa.



Macchie di muffa diffuse

Se invece la superficie colpita dalla muffa è molto ampia, vanno individuate con certezza le cause, e pianificati con cura gli interventi correttivi da adottare, adoperandosi in tutti i modi per non mettere a repentaglio la salute di chi deve eseguirli, anche quando le superfici da trattare sono ridotte. È importante, poi, ripulire accuratamente le superfici colpite o asportarle del tutto, poiché se non si eliminano completamente le tracce di muffa residua, prima o poi è probabile che il problema si ripresenti e che l’intervengo alla lunga non sia efficace.


 

Perché utilizzare la pittura Mycal-Top?

La pittura Mycal-Top ottimizza le eccellenti prerogative di una pittura ai silicati per interni, rendendola efficace come antimuffa. Mycal-Top non contiene principi attivi biocidi, e grazie alla sua struttura traspirante, fa sì che le pareti restino perfettamente asciutte. Inoltre, Mycal-Top ha un pH molto alcalino che previene efficacemente la formazione di nuove muffe, e la sua composizione inorganica non fornisce alle spore alcun tipo di nutrimento. Un minerale naturale contenuto nella pittura Mycal-Top amplifica ulteriormente la protezione antimuffa prevenendone la nuova formazione. Infine, diversi pigmenti ad azione fotocatalitica neutralizzano altre sostanze nocive per la salute.

 

Perché utilizzare l’intonaco Mycal-Por?
  1. Mycal-Por è l’intonaco ideale per interni quando si vuole migliorare il clima degli ambienti abitati.
  2. Mycal-Por svolge un’azione traspirante capillare che compensa le oscillazioni di umidità all’interno dei locali.
  3. Mycal-Por assorbe l’umidità in eccesso dall’aria interna, per poi restituirla velocemente quando l’aria è secca.
  4. È adatto anche per incollaggi e armature
  5. Classe di malta CS I
  6. KGranulometria: 0 – 0,6 mm

 

Prodotti consigliati:

KEIM iPor

Una valida alternativa KEIM per l’isolamento interno.

Informazioni sul prodotto
KEIM Mycal

Debellare la muffa per sempre!

Informazioni sul prodotto
I coockie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei coockie da parte nostra.
Leggi di più.